• +39 347 0892378
  • associazioneculturalemalik@gmail.com

Archivio autore:

foto

A Seulo è in corso uno scambio giovanile internazionale sul tema della dispersione scolastica

Associazione Malik No Comments

Si intitola New is Cool lo scambio giovanile internazionale che, dal 10 al 16 novembre 2018, vede protagonisti 30 giovani e operatori giovanili con età compresa tra i 18 e 25 anni provenienti da Sardegna, Spagna, Malta, Isole Azzorre e Finlandia.

L’obiettivo specifico del progetto è sensibilizzare i giovani, gli operatori giovanili, gli insegnanti e le famiglie dei Paesi coinvolti sull’importanza e l’utilità dell’apprendimento, l’istruzione, la cooperazione tra organizzazioni giovanili e la scuola e l’utilizzo di metodologie non formali.

L’obiettivo generale è, invece, attenuare il problema della dispersione scolastica, particolarmente rilevante nei Paesi dell’area mediterranea: Malta, Spagna, Portogallo e Italia sono rispettivamente al primo, secondo, quarto e quinto posto della classifica Eurostat degli Early school leavers (ragazzi con età compresa tra i 18 e i 24 anni privi di titoli o qualifiche successivi alla licenza media).

Le attività del progetto consistono in somministrazioni di questionari on line, ricerche, presentazioni, valutazioni, una caccia al tesoro con WhatsApp per le vie di Seulo, dibattiti sulle strategie per contrastare la dispersione scolastica, incontri con giovani imprenditori innovativi e di successo del territorio, scambi di ruoli, serate multiculturali e videomaking. Le metodologie utilizzate sono non formali, interattive e basate sul learning by doing. Il progetto NewIsCool è in linea con gli obiettivi del programma ERASMUS+ e, in particolare, dell’Azione chiave 1, in quanto promuove lo sviluppo di competenze e occupabilità accrescendo il livello delle conoscenze e delle abilità dei giovani, e favorendo, nel contempo, il miglioramento nei metodi di apprendimento. Il progetto è coerente, inoltre, con la strategia Europa 2020, che mira a ridurre il tasso di abbandono scolastico sotto il 10% e ad avere almeno il 40% di giovani laureati entro il 2020.

I risultati del progetto saranno presentati alla comunità giovedì 15 novembre, dalle ore 10 alle ore 13, presso il Centro Polifunzionale di Seulo.

dav

L’ASSOCIAZIONE MALIK OSPITE DI UN’ASSOCIAZIONE GIOVANILE RUMENA

Associazione Malik No Comments

Dall’11 al 14 ottobre Malik è volata in Romania per incontrare quattro volontarie sarde che, nell’ambito dell’iniziativa “Sportello in spalla”, promossa dall’Associazione Malik in collaborazione con Eurodesk Italy ed Eurobridge nei comuni del Centro Sardegna, partecipano a due progetti Erasmus+. Angeliana Pira e Anna Maria Pira, provenienti da Dorgali, si trovano a Craiova per quattro mesi e, grazie al progetto YES (Youth Entrepreneurship Skills), supportano l’organizzazione ospitante ACT (Asociatia Comunitati Tineret) nell’attuazione e nel coordinamento di campagne informative e attività di formazione imprenditoriale rivolte a studenti delle scuole superiori. Le orgolesi Maria Antonia Mulas e Maria Domenica Cossu, in un’area rurale della Romania, a Bailesti, nell’ambito del progetto SECOND ACT supportano l’associazione giovanile nella creazione di gruppi di interesse e attività culturali e ricreative nelle scuole. Entrambi i progetti sono iniziative di volontariato di gruppo Erasmus+, che offrono ai giovani dai 18 ai 30 anni un’esperienza di apprendimento interculturale in un contesto non formale, promuovendo la loro integrazione sociale e la partecipazione attiva.

La visita è consistita in incontri di presentazione e monitoraggio, meeting con l’Agenzia Nazionale per i giovani rumena ed una sessione di Capacity Building rivolta a tutti i volontari europei coinvolti nei due progetti. Per entrambe le Associazioni, che si sono impegnate a collaborare anche nell’ambito di altri progetti europei, per le partecipanti sarde e per tutti i volontari coinvolti, l’incontro ha rappresentato un’enorme occasione di confronto e crescita.

 

dav

dav

c360_2018-10-14-17-33-18-811 c360_2018-10-14-17-31-19-574 c360_2018-10-14-17-32-26-958

sdr

sdr

dav

dav

 

erasmus-plus

I VOLONTARI AIUTANO A LEGGERE IL MONDO

Associazione Malik No Comments

Grazie al progetto europeo “Reading the World” (REWO) dieci volontari europei Erasmus+ supporteranno per un mese l’Associazione Malik nell’attuazione del progetto itinerante di invito alla lettura “I libri aiutano a leggere il mondo”

 

Sono dieci e arrivano da Moldavia, Belgio, Croazia, Spagna, Slovacchia e Lettonia i volontari che, a partire dal 15 ottobre e fino al 15 novembre, supporteranno l’Associazione Malik nel coordinamento e nell’attuazione dell’iniziativa I libri aiutano a leggere il mondo.  I compiti assegnati ai volontari saranno principalmente di assistenza nella preparazione delle aree in cui si svolgono le attività, supporto nella preparazione di letture, workshop e contenuti delle mostre, supporto nell’assemblaggio di materiale promozionale, assistenza nella comunicazione e diffusione dei risultati e condivisione dell’esperienza di volontariato e delle informazioni sul Programma Erasmus+ e sul Corpo Europeo di Solidarietà nelle scuole e nei centri giovanili. Le attività del progetto REWO si svolgeranno a Cagliari, sede legale e operativa dell’Associazione, e saranno realizzate con il supporto dell’Associazione TDM 2000, socia, come Malik, del Comitato Associazioni Sarde per la Mobilità Internazionale (CASMI).

Con il coinvolgimento attivo di giovani europei ed extra-europei, lettori sempre più distratti dalle nuove tecnologie e abitanti di un mondo sempre più “liquido” e globale, il progetto intende stimolare i giovani ad una riflessione attiva e interattiva sui temi dell’ambiente, del consumismo e della giustizia globale. Rimettere al centro della riflessione e della pratica collettiva la terra, intesa come casa comune della umanità, con atteggiamento laico e trasversale a tutte le culture, è, infatti, l’obiettivo specifico dell’edizione 2018 della manifestazione.

Le attività sono interamente finanziate Programma europeo Erasmus+.

Il progetto consentirà di  dare alla manifestazione I libri aiutano a leggere il mondo una dimensione internazionale ed un’impronta giovanile e creare sinergia tra i due principali filoni dell’Associazione Malik: cultura e politiche giovanili.

la B

La biblioteca dell’identità a Ballao e San Nicolò Gerrei

Associazione Malik No Comments

La biblioteca dell’identità, progetto didattico dell’Associazione Malik per gli alunni dell’Istituto Comprensivo Statale “Edmondo De Magistris” – Scuola primaria

 Presentazione del progetto mercoledì 10 ottobre dalle 10.30 alle 12.30 presso la Sala Conferenze “Casa Olla” Ballao

 

la B

L’azione didattica proposta dall’Associazione Malik nasce dalla collaborazione con il Corpo Docente della scuola primaria e grazie al contributo delle amministrazioni comunali di Ballao e San Nicolò Gerrei.

 

La biblioteca dell’identità, rivolta a tutti i bambini della scuola primaria pone al centro delle attività un’idea di rinnovamento della scuola locale rendendone protagonisti i partecipanti:  alunni, docenti, operatori didattici esterni e volontariato locale.

Il laboratorio/workshop si fonda infatti sulla volontà di migliorare la qualità dell’offerta formativa e valorizzare il ruolo sociale della scuola, attraverso l’apertura delle Istituzioni scolastiche al sistema territoriale produttivo e formativo.

Ai ragazzi saranno rivolte le azioni che mirano al recupero e alla valorizzazione delle competenze, alla riduzione della dispersione scolastica, all’inclusione in tutti i suoi aspetti, e tendono a introdurre gli strumenti dell’innovazione tecnologica, dagli hardware alle Lim, dai contenuti digitali agli strumenti del coding. Ai docenti e agli esperti esterni spetta il compito di lavorare in team e fungere da formatori/animatori in relazione con il territorio.

 

Il laboratorio dell’identità territoriale intende proporre una strategia di recupero delle relazioni e della solidarietà intergenerazionale delle scuole coinvolte, costruendo una biblioteca possibile dell’identità che permetterà di creare un contesto di lavoro e studio accogliente, creativo e informale: partendo dalle interviste fatte agli anziani si proverà a realizzare una vera e propria raccolta di libri ad opera degli allievi, che potranno raccontare ed esplorare attraverso di essi, i luoghi e i temi dell’identità: antichi mestieri, cibo ed erbe officinali, musica e balli tradizionali, racconti, leggende, artigianato e poesie locali.

 

Alla base vi è la convinzione che gli anziani e i bambini stiano bene insieme e costituiscano ricchezza gli uni per gli altri: un’idea che, a fronte di una carenza di riferimenti culturali e scientifici, si è manifestata come una buona intuizione, supportata dall’esperienza professionale e dalla conoscenza delle necessità e delle potenzialità degli attori coinvolti nel processo: i giovani studenti, gli anziani e le loro famiglie.

 

In particolare si intende dare l’opportunità a giovani e anziani di entrare in contatto e condividere esperienze nella quotidianità, superando le barriere esistenti tra la generazione dell’esperienza e quella dell’energia. Esperti esterni e insegnanti, supporteranno gli alunni nella ricerca e nella rappresentazione creativa dei contenuti e dei concetti di base affrontati durante le interviste agli anziani.

 

Le metodologie saranno interdisciplinari, non formali, orizzontali e basate sul “learning by doing”, apprendimento attraverso il fare, attraverso l’operare, attraverso le azioni. I materiali utilizzati per la realizzazione dei libri sarà ecologico e rispettoso dell’ambiente (lana di pecora sarda e materiali di riciclo).

 

Partendo dallo studio e dalla ricerca in classe, gli alunni saranno guidati a riconoscere i luoghi, a osservarli dal loro punto di vista, a comunicare le loro sensazioni attraverso le interviste agli anziani.  In questo modo saranno coinvolti a livello psicologico ed emotivo e saranno motivati ad attuare indagini sulla storia del proprio paese, a conoscerne meglio l’aspetto naturale, a scoprire il rapporto che è esistito e esiste fra gli abitanti ed a maturare un atteggiamento più responsabile di scoperta e di salvaguardia del patrimonio della Sardegna,  dell’Europa e del mondo. In un secondo momento realizzeranno la biblioteca dell’identità. Tutto il lavoro sarà raccontato dagli studenti attraverso un blog https://lanostrabibliotecablog.wordpress.com/

 

Sono stati selezionati i partecipanti al progetto “New is cool” (Seulo 10-16 novembre 2018)

Associazione Malik No Comments

L’Associazione Culturale Malik

COMUNICA

che i 5 partecipanti selezionati per lo scambio giovanile NEW IS COOL, che si svolgerà a Seulo dal
10 al 16 novembre 2018, sono:

1. Marco Murgia
2. Veronica Ignazia Murgia
3. Barbara Mameli
4. Michele Murgia
5. Valentina Carta

I partecipanti sono stati selezionati sulla base della motivazione e dell’età. Abbiamo garantito
equilibrio di genere. È stata data, inoltre, la priorità a coloro che hanno abbandonato gli studi e
che hanno dimostrato, nella motivazione, di essere interessati ai temi dello sviluppo rurale e della
dispersione scolastica.

In caso di rinunce è istituita la seguente lista di riserva:
1. Michela Murgia
2. Sara Manca

I candidati selezionati saranno contattati nei prossimi giorni per la conferma dell’interesse a
partecipare, la preparazione pre-partenza e l’organizzazione delle attività.

Gavoi, 2 ottobre 2018

esito-selezioni-new-is-cool

 

1399201_10152494250816704_7896328914094732695_o

Malik seleziona 5 giovani di Seulo per uno scambio giovanile internazionale

Associazione Malik No Comments

 L’Associazione Culturale Malik

SELEZIONA

5 giovani per la partecipazione allo scambio giovanile NEW IS COOL che si svolgerà a Seulo dal 10 al 16 novembre 2018.

 

Il progetto, coordinato dall’Associazione Culturale Malik, è finanziato dal Programma Erasmus+ (KA1) e co-finanziato dalla Regione Sardegna (Assessorato della pubblica istruzione, beni culturali, informazione, spettacolo e sport).

FINALITA’ DEL PROGETTO

“NewIsCool” è uno scambio giovanile internazionale che si svolgerà dal 10 al 16 novembre 2018 a Seulo e coinvolgerà 25 giovani con età compresa tra i 18 e 25 anni provenienti da Italia, Spagna, Malta, Portogallo e Finlandia. L’obiettivo specifico del progetto è sensibilizzare i giovani, gli operatori giovanili, gli insegnanti e le famiglie dei Paesi coinvolti sull’importanza e l’utilità dell’apprendimento, l’istruzione, la cooperazione tra organizzazioni giovanili e la scuola e l’utilizzo di metodologie non formali. L’obiettivo generale è, invece, attenuare il problema della dispersione scolastica, particolarmente rilevante nei Paesi dell’area mediterranea: Malta, Spagna, Portogallo e Italia sono rispettivamente al primo, secondo, quarto e quinto posto della classifica Eurostat degli Early school leavers (ragazzi con età compresa tra i 18 e i 24 anni privi di titoli o qualifiche successivi alla licenza media). La percentuale inferiore di dispersione scolastica è, invece, al Nord-Est, con capofila Paesi come Lituania e Polonia, senza sottovalutare i dati a mezza classifica di Inghilterra e Francia, con un preoccupante peggioramento in Finlandia. Le attività consistono in somministrazioni di questionari on line, ricerche, presentazioni, valutazioni, una caccia al tesoro con WhatsApp per le vie di Seulo, dibattiti sulle strategie per contrastare la dispersione scolastica, incontri con giovani imprenditori innovativi e di successo del territorio, scambi di ruoli, serate multiculturale e video-making. Le metodologie utilizzate saranno non formali, interattive e basate sul learning by doing.

Il progetto NewIsCool è in linea con gli obiettivi del programma ERASMUS+ e, in particolare, dell’Azione chiave 1, in quanto promuove lo sviluppo di competenze e occupabilità accrescendo il livello delle conoscenze e delle abilità dei giovani, e favorendo, nel contempo, il miglioramento nei metodi di apprendimento. Il progetto è coerente, inoltre, con la strategia Europa 2020, che mira a ridurre il tasso di abbandono scolastico sotto il 10% e ad avere almeno il 40% di giovani laureati entro il 2020.

REQUISITI PER LA PARTECIPAZIONE

 

Requisiti essenziali per la partecipazione sono:

  • età compresa tra i 18 ed i 25 anni
  • residenza o domicilio a Seulo;
  • forte motivazione;
  • interesse per i temi dello sviluppo rurale e della dispersione scolastica.

 

In fase di selezione sarà data priorità a chi:

  • ha partecipato alla ideazione e formulazione del progetto
  • ha abbandonato e, successivamente, ripreso gli studi
  • ha Disturbi Specifici dell’Apprendimento (DSA)

 

DIRITTI E DOVERI DEI PARTECIPANTI

 

I partecipanti hanno diritto a:

-partecipazione gratuita a tutte le attività;

-pranzo e cena gratuite;.

-Attestato Youthpass

 

MODALITA’ DI PARTECIPAZIONE

 

Per candidarsi è sufficiente compilare il seguente modulo on line  https://docs.google.com/forms/d/e/1FAIpQLSdwIJ4Tb1ddbW-tf43vqNVeE9e8HBEXdOoUtRXK3X_h4nNecw/viewform ENTRO E NON OLTRE il 1 OTTOBRE 2018

 

Per ogni ulteriore chiarimento è possibile rivolgersi a: info@eubridge.eu

 bando-selezionenew-is-cool

La nostra mission è tradurre e integrare l’identità locale in una visione globale

Operiamo in ambito socio-culturale con un occhio di riguardo alle opportunità per i giovani in Europa

UA-27023877-1

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi