Il progetto NEET a Cagliari – un grande successo

Senza categoria
12798836_1108423865855850_557475439033422789_nL’evento è stato arricchito dalla presenza di giovani provenienti da oltre dieci Paesi europei ed extra europei – Più di 100 persone provenienti da Sardegna, Italia, Croazia, Kenya, Senegal, Bosnia, Filippine, Pakistan, Tanzania, Marocco, Ucraina, Francia, Nigeria, Polonia e altri Paesi europei ed extra europei hanno partecipato all’evento di presentazione dei risultati del progetto NEET (New Eyes and Toys), che si è tenuto presso la Mediateca del Mediterraneo di Cagliari mercoledì 2 marzo 2016. Il progetto, giunto alla sua fase conclusiva, consiste in un partenariato strategico europeo approvato nel 2014 nell’ambito del programma Erasmus+ (Azione Chiave 2) e nato con gli obiettivi specifici di migliorare le competenze professionali e stimolare lo spirito imprenditoriale dei giovani inattivi in Barbagia, a Klis e Baixo Tâmega (Portogallo), diminuire il numero di NEET nei tre territori e accorciare le distanze tra giovani e decisori politici. Il partenariato è coordinato dal Comune di Klis (Croazia) e composto dalll’Associazione Culturale Malik e CETS (Conselho Empresarial do Tâmega e Sousa- Portogallo). A livello locale il progetto è stato supportato dai Comuni di Ollolai e Lodine.12784215_10208849666108155_963850448_n L’evento si è aperto con gli interventi ed i saluti dei rappresentanti dell’Associazione Culturale Malik (Valeria Sanna) e dei Comuni di Klis (Jacov Vetma) e Cagliari (Enrica Puggioni). Successivamente Paola Trifoni (Agenzia Nazionale per i Giovani), Valentina Piras (Eurodesk Italy) e Roberto Montisci (Eures)  hanno presentato il Programma Erasmus , la rete Eurodesk, la piattaforma Eures e illustrato la realtà italiana ed europea dei NEET, giovani che non studiano, non lavorano e non sono impegnati in nessun percorso di formazione, focalizzando l’attenzione sul problema europeo  della disoccupazione giovanile.12784215_10208849666108155_963850448_n L’incontro è proseguito con gli interventi dell’Agenzia Regionale per il Lavoro (Roland Abimbola) ed il Centro Servizi per il Lavoro di Cagliari (Gonaria Carta), che hanno parlato delle politiche giovanili per l’impiego in Italia e dell’attuazione della misura Garanzia Giovani in Sardegna. Successivamente è intervenuto il Sindaco di Ollolai (Efisio Arbau). L’incontro è proseguito con la presentazione della piattaforma web creata all’interno del progetto, a cura di Claudia Sedda (Associazione Culturale Malik) e  le testimonianze dei giovani partecipanti sardi (Mauro Bussu e Youssef Hakik) e Croati (Ivan Delic, Josipa Milic e Luka Miletic). Le piattaforme europee e regionali, risultati intellettuali del progetto, sono consultabili agli indirizzi www.neet-up.eu   e www.startupbarbagia.com Grazie alle nuove tecnologie (Skype) è stato possibile avere le testimonianze a distanza di Paulo Denis (Portogallo), referente del progetto per il Portogallo, e Joana Mesquita, una giovane partecipante portoghese che, dopo aver partecipato al progetto NEET, ha deciso di svolgere il Servizio Volontario Europeo in Italia.12809764_1108422969189273_7639197041657821444_n All’incontro sono state invitate a partecipare diverse aziende e organizzazioni con l’intento di facilitare e promuovere l’incontro tra domanda e offerta. Nel pomeriggio si sono svolti due workshop sul futuro lavorativo ed il senso di iniziativa dei giovani, organizzati dal Centro Servizi per il Lavoro di Cagliari.

L’evento è stato arricchito dalla presenza di giovani provenienti da oltre dieci Paesi europei ed extra europei – Più di 100 persone provenienti da Sardegna, Italia, Croazia, Kenya, Senegal, Bosnia, Filippine, Pakistan, Tanzania, Marocco, Ucraina, Francia, Nigeria, Polonia e altri Paesi europei ed extra europei hanno partecipato all’evento di presentazione dei risultati del progetto NEET […]

Il 2 marzo con Malik a Cagliari per parlare del progetto europeo NEET

Senza categoria
md_MG_9569L’Associazione Culturale Malik organizza a Cagliari l’evento di presentazione dei risultati del progetto europeo NEET Il progetto rientra nell’azione chiave 2 del Programma Erasmus+ e si rivolge ai giovani che non lavorano, non studiano  non sono impegnati in nessun percorso di formazione Mercoledì 2 marzo 2016 presso la MEM di Cagliari, in Via Mameli 164, avrà luogo l’evento di presentazione dei risultati del progetto NEET (New Eyes and Toys), coordinato dal Comune di Klis (Croazia) in partenariato con l’Associazione Culturale Malik e CETS (Conselho Empresarial do Tâmega e Sousa- Portogallo). Il progetto, giunto alla sua fase conclusiva, consiste in un partenariato strategico europeo approvato nel 2014 nell’ambito del programma Erasmus+ (Azione Chiave 2) e riconosciuto dall’Agenzia per i giovani croata come esempio di buona pratica a livello nazionale. A livello locale il progetto è stato supportato dai Comuni di Ollolai e Lodine.12347776_1065157913515779_4018784251514969684_n L’evento, ospitato dalla Mediateca del Mediterraneo (MEM), si aprirà con gli interventi dei rappresentanti dell’Associazione Culturale Malik (Valeria Sanna) e dei Comuni di Klis ( Jacov Vetma), Ollolai (Efisio Arbau), Lodine (Antonio Congiu) e Cagliari (Enrica Puggioni). Successivamente Paola Trifoni (Agenzia Nazionale per i Giovani), Fabrizio Todde (Eurodesk Italy) e Roberto Montisci (Eures)  presenteranno il Programma Erasmus + e illustreranno la realtà italiana ed europea dei NEET, giovani che non studiano, non lavorano e non sono impegnati in nessun percorso di formazione, focalizzando l’attenzione sul problema europeo  della disoccupazione giovanile. L’incontro proseguirà con gli interventi dell’Agenzia Regionale per il Lavoro (Roland Abimbola) ed il Centro Servizi per il Lavoro di Cagliari (Gonaria Carta), che parleranno delle politiche giovanili per l’impiego in Italia e dell’attuazione della misura Garanzia Giovani in Sardegna. Seguirà la presentazione della piattaforma web creata all’interno del progetto, a cura di Claudia Sedda (Associazione Culturale Malik) e Patricia Silva Castro (CETS-Portogallo).11006469_10152876386471704_3132790697523282936_n L’evento sarà arricchito dalle testimonianze dei giovani partecipanti e, nel pomeriggio, da due workshop sul futuro lavorativo ed il senso di iniziativa dei giovani organizzati dal Centro Servizi per il Lavoro di Cagliari. Il progetto è nato con gli obiettivi specifici di migliorare le competenze professionali e stimolare lo spirito imprenditoriale dei giovani inattivi in Barbagia, a Klis e Baixo Tâmega (Portogallo), diminuire il numero di NEET nei tre territori e accorciare le distanze tra giovani e decisori politici. Nella prima fase 30 giovani sardi, croati e portoghesi hanno realizzato, nel corso di cinque incontri che si sono svolti nei mesi di marzo e aprile in ognuno dei tre Paesi coinvolti,  una SWOT analysis, analizzando i problemi e i punti di forza che caratterizzano la loro realtà e individuandone le relative opportunità e minacce. Il primo incontro formativo transnazionale ha avuto luogo ad Amarante, in Portogallo, dal 26 al 30 maggio 2015. Per cinque giorni trenta giovani barbaricini, croati e portoghesi hanno partecipato ad attività finalizzate a sviluppare le loro soft skill, sempre più richieste dal mercato del lavoro. Il secondo corso di formazione transnazionale si è svolto dall’8 al 12 giugno in Barbagia, a Ollolai e Lodine, dove gli stessi giovani hanno partecipato ad attività di vario genere: incontri con imprenditori locali, giochi di ruolo, dibattiti, visite guidate e altre attività interattive e non formali.10978678_1551695298411554_3316789744425878805_n Dal 6 al 10 luglio i giovani barbaricini  hanno partecipato al terzo ed ultimo corso di formazione, che si è svolto a Klis, in Croazia. Il programma includeva incontri con imprenditori locali del settore gastronomico, attività mirate a sviluppare le competenze comunicative dei giovani, simulazioni di colloqui di lavoro, compilazione del curriculum vitae, workshop sull’utilizzo dei social network per fini professionali e altre attività non formali. Il progetto è proseguito nei mesi di ottobre e novembre 2015 con la realizzazione di cinque focus  group locali finalizzati all’individuazione di soluzioni per i problemi individuati nella prima fase, la creazione di una piattaforma per aspiranti imprenditori e di una guida per operatori giovanili.12196024_10153479729241704_6438703012703785258_n Oltre a quello cagliaritano si è svolto un secondo evento internazionale di presentazione dei risultati che ha avuto luogo a Klis, in Croazia, il 3 febbraio 2016. 01 carto NEET web PROGRAMMA ore 9.00 Registrazione dei partecipanti ore 10.00 Saluti e apertura dei lavori Valeria Sanna (Associazione Culturale Malik) Enrica Puggioni (Comune di Cagliari) Efisio Arbau (Comune di Ollolai) Antonio Congiu (Comune di Lodine) Jakov Vetma (Comune di Klis) ore 10.15 Il programma Erasmus Plus (Azione Chiave 2) – NEET e disoccupazione giovanile in Europa Paola Trifoni (Agenzia Nazionale per i Giovani), Fabrizio Todde (Eurodesk Italy) e Roberto Montisci (Eures) ore 10.45 Le Politiche giovanili e i servizi per l’impiego nell’ attuazione italiana e sarda della Garanzia Giovani Roland Abimbola (Agenzia Regionale per il Lavoro) e Gonaria Carta (Centro Servizi per il Lavoro di Cagliari) ore 11.15 Pausa lavori ore 11.30 Presentazione del progetto Neet e risultati: i prodotti intellettuali (piattaforma web) a cura di Claudia Sedda (Associazione Culturale Malik) e Patricia Silva Castro (Conselho Empresarial do Tâmega e Sousa, Portogallo) ore 12.30 “La mia decisione personale dopo la partecipazione al progetto”: testimonianze dei partecipanti ore 12.45 Impatto del progetto Maja Zelić (Comune di Klis, Croazia) e Paulo Dinis (Conselho Empresarial do Tâmega e Sousa, Portogallo) ore 13.00 Pausa pranzo ore 15.00 Introduzione ai seminari divulgativi rivolti ai giovani partecipanti a cura del Centro Servizi per il Lavoro di Cagliari ore 15.15 “Il mio futuro lavorativo dipende da me” – worshop rivolto ai giovani. a cura di Francesca Salis (Servizio Orientamento) e Fabrizia Gerini ( Servizio Creazione d’Impresa) del Centro Servizi per il Lavoro di Cagliari 17.00 Chiusura dei lavori e saluti Traduzioni e interpretariato: Jasmina Mahmutcehajic Temim Ufficio Stampa Associazione Culturale Malik Info: associazioneculturalemalik@gmail.com Tel: 340/6894417 www.associazionemalik.it MEM – MEDIATECA DEL MEDITERRANEO
VIA MAMELI 164 – CAGLIARI
070.6773865 – mem@comune.cagliari.it

L’Associazione Culturale Malik organizza a Cagliari l’evento di presentazione dei risultati del progetto europeo NEET Il progetto rientra nell’azione chiave 2 del Programma Erasmus+ e si rivolge ai giovani che non lavorano, non studiano  non sono impegnati in nessun percorso di formazione Mercoledì 2 marzo 2016 presso la MEM di Cagliari, in Via Mameli 164, […]

SI E’ SVOLTO IN CROAZIA IL PRIMO EVENTO DI PRESENTAZIONE DEI RISULTATI DEL PROGETTO NEET

Senza categoria
DSC_1277 copyIl 3 febbraio 2016 a Klis, in Dalmazia, ha avuto luogo la presentazione dei risultati del progetto NEET-New Eyes and Toys, coordinato dal Comune di Klis in partenariato con l’Associazione Culturale Malik e CETS (Portogallo). Il progetto rientra nell’Azione chiave 2 del programma Erasmus+ e ha una copertura finanziaria di 98.110 €. A livello locale è stato sostenuto e co-finanziato dai Comuni di Ollolai e Lodine. I giovani croati hanno presentato al pubblico la Guida per gli operatori giovanili “I used to be NEET” (Una volta ero un NEET), contenente informazioni sul progetto e sull’approccio utilizzato dalle organizzazioni per coinvolgere e motivare i NEET, giovani che non lavorano, non studiano e non sono impegnati in nessun percorso di formazione.IMG_6257 L’evento si è aperto con il discorso di benvenuto di Josip Didović, giovane presidente del consiglio comunale del comune Klis, e ha coinvolto un centinaio di persone tra giovani, datori di lavoro, rappresentanti delle Istituzioni, organizzazioni giovanili ed enti locali. La manifestazione è proseguita con interventi via skype dei responsabili progetto dell’ associazione Malik e CETS e con la realizzazione di due tavole rotonde: la prima, incentrata sul tema della disoccupazione giovanile, ha permesso ai partecipanti di confrontarsi su argomenti quali la creazione di un CV di qualità, il primo colloquio di lavoro, l’imprenditorialità, i NEET e le nuove opportunità di lavoro.DSC_1230 copy La seconda, focalizzata sul tema del mercato del lavoro, ha affrontato vari aspetti, come le aspettative dei datori di lavoro, l’accesso al mondo del lavoro di giovani senza esperienza, l’impatto delle politiche sull’occupazione e la disoccupazione giovanile. Particolarmente interessante è stata la ”Fiera dei NEET”  che ha consentito ai giovani di presentare ai datori di lavoro e le organizzazioni giovani presenti in sala sé stessi e le loro conoscenze, abilità e competenze. Il secondo prodotto intellettuale, una piattaforma web contenente le informazioni sulle opportunità di lavoro e mobilità per i giovani in Dalmazia (Croazia), e Tams (Portogallo), sarà presentato il 2 marzo a Cagliari.IMG_6280

Il 3 febbraio 2016 a Klis, in Dalmazia, ha avuto luogo la presentazione dei risultati del progetto NEET-New Eyes and Toys, coordinato dal Comune di Klis in partenariato con l’Associazione Culturale Malik e CETS (Portogallo). Il progetto rientra nell’Azione chiave 2 del programma Erasmus+ e ha una copertura finanziaria di 98.110 €. A livello locale […]

S’iscol@seulo ospita il CRS4 di Pula per parlare della LINEA B del bando Tutti a Iscol@

Senza categoria
13_493_20160107102111“All’interno del progetto S’iscol@seulo, martedì 26 gennaio 2016 alle ore 16.30 presso il Centro Polifunzionale in via Ospitone a Seulo si terrà un incontro per parlare della Linea B – Scuole aperte. Bando in scadenza il 1 febbraio per le scuole e il 10 febbraio per gli operatori economici.Interverrà Fabrizio Murgia del CRS4, il Centro di Ricerche, Sviluppo e Studi Superiori in Sardegna con sede a Pula.”imgresize Visto il bando regionale Tutti a Iscol@ con deliberazione n. 49/8 del 6 ottobre 2015, per combattere la dispersione scolastica e migliorare le competenze, l’associazione Malik in collaborazione con l’amministrazione comunale e la scuola di Seulo organizza un seminario formativo sulla linea B – Scuole aperte; infatti il progetto Tutti a Iscol@ si sviluppa su tre grandi linee di intervento che prevedono il Miglioramento dell’apprendimento di base, Scuole aperte e Inclusione e sostegno psicologico. image Per la linea Scuole aperte la Giunta Pigliaru ha stanziato 4,5 milioni di euro per ampliare l’offerta formativa con progetti e percorsi extracurriculari. Con questo investimento saranno potenziate le nuove tecnologie e i nuovi linguaggi con i quali gli studenti, lavoratori di domani, dovranno confrontarsi. mqdefault La RAS ha individuato Sardegna Ricerche quale soggetto attuatore della Linea B) Scuole aperte, finalizzata a migliorare la qualità dell’offerta formativa e valorizzare il ruolo sociale della scuola, attraverso azioni extracurricolari centrate sulla metodologia della didattica innovativa laboratoriale. Il CRS4 supporta Sardegna Ricerche attraverso azioni di definizione degli ambiti innovati, di definizione delle linee guida, del monitoraggio e della valutazione degli interventi. I Laboratori del CRS4 hanno lo scopo di arricchire il curriculum scolastico attraverso l’aspetto innovativo degli strumenti e attraverso l’aspetto ludico offrendo la possibilità di vivere la permanenza a scuola in chiave positiva. Attraverso le attività laboratoriali, gli studenti metteranno alla prova le loro capacità di problem solving. Lavorando in piccoli gruppi, impareranno a gestire e risolvere le sfide poste dalle attività laboratoriali attraverso la collaborazione e il riconoscimento della ricchezza di un approccio che da voce a ciascuno membro del gruppo. La logica di quest’ampia iniziativa poggia sull’intermediazione tra gli attori dell’innovazione e il mondo della scuola. Gli operatori economici selezionati per attuare i laboratori, sono di fatto gli attori intermedi. Essi, in modo individuale o raggruppati per competenze professionali, hanno il compito di avvicinare gli alunni all’innovazione tecnologica mantenendo il focus sul raggiungimento di obiettivi didattici predefiniti, ponendo attenzione sulle condizioni pedagogiche descritte in ogni scheda. L’insegnante, coordinatore delle attività proposte dal soggetto esterno, guiderà, anche fuori dall’orario scolastico, gli alunni coinvolti nel singolo laboratorio.

“All’interno del progetto S’iscol@seulo, martedì 26 gennaio 2016 alle ore 16.30 presso il Centro Polifunzionale in via Ospitone a Seulo si terrà un incontro per parlare della Linea B – Scuole aperte. Bando in scadenza il 1 febbraio per le scuole e il 10 febbraio per gli operatori economici.Interverrà Fabrizio Murgia del CRS4, il Centro […]

7 giorni a Cork in Irlanda – Sono aperte le manifestazioni di interesse per operatori giovanili

Senza categoria
Manifestazione di interesse_StreetWise 1603591_10202980464141774_884932264_o L’Associazione Culturale Malik SELEZIONA 6 partecipanti per il progetto Street Wise-Urban and young global citizens (Cork, Irlanda: 19-26 marzo 2016) 1506767_10202967972309486_567301860_n SCADENZA: 30 gennaio 2016 IL PROGETTO STREET WISE è un programma residenziale di 7 giorni coordinato da Youth Work Irlanda Cork in collaborazione con CIT Crawford College of Art and Design. Il progetto è stato finanziato nell’ambito dell’azione chiave 2 del Programma Erasmus+ e coinvolge partner provenienti da Irlanda, Regno Unito, Ungheria e Italia (Associazione Culturale Malik). 12235098_10153479749676704_2689960504394329109_n Il corso di formazione si rivolge a operatori giovanili, animatori, volontari e tutti coloro che vogliono rendere il loro lavoro con i giovani più creativo e che siano interessati al tema della cittadinanza globale. Obiettivo principale del progetto è trasmettere abilità, competenze, motivazione e favorire lo scambio di approcci metodologici innovativi per gli operatori e le organizzazioni giovanili che sono impegnate quotidianamente nel far diventare i giovani “cittadini globali”. Le attività consistono principalmente in scrittura creativa e arti urbane (stencil, collage, ecc.): la strada diventa un luogo per comunicare messaggi di cittadinanza globale e giustizia sociale. CORK Cork è la seconda città Irlandese per numero di abitanti, dopo Dublino. Il nome della città deriva da una parola gaelica Corcaigh che significa “palude”; la città sorge infatti alle foci del fiume Lee. Il nome attuale è dovuto alla trasposizione fonetica anglofona di Cork, che significa “sughero. I partecipanti alloggerannno in camere doppie in un hotel situato al centro della città. Tutte le attività si svolgeranno all’aperto e presso il College di Arte e Design. REQUISITI Si richiede: • residenza o domicilio in Sardegna • forte motivazione • maggiore età (18 anni compiuti o più) • buona conoscenza della lingua inglese • status di operatore giovanile (leader di gruppi o associazioni giovanili, insegnante, animatore, formatore, volontario…) Saranno coperte le spese relative a: • vitto (colazione, pranzo e cena) e alloggio • attività • spese di viaggio (dal luogo di residenza a Cork e viceversa) fino ad un massimo di 275 euro a partecipante. Le spese di viaggio saranno interamente anticipate dai partecipanti e rimborsate successivamente. E’ prevista una quota di iscrizione pari a euro 60 (solo nel caso in cui si venga selezionati). Coloro che sono interessati a partecipare sono invitati a compilare il modulo di adesione (MODULO A) entro e non oltre il 30 gennaio 2016 ed inviarlo via email (Oggetto:“Candidatura per il Progetto Street Wise”) all’indirizzo mobility@eubridge.eu ALLEGATO A_StreetWise

Manifestazione di interesse_StreetWise L’Associazione Culturale Malik SELEZIONA 6 partecipanti per il progetto Street Wise-Urban and young global citizens (Cork, Irlanda: 19-26 marzo 2016) SCADENZA: 30 gennaio 2016 IL PROGETTO STREET WISE è un programma residenziale di 7 giorni coordinato da Youth Work Irlanda Cork in collaborazione con CIT Crawford College of Art and Design. Il […]

elenco ammessi e calendario del progetto “European Project School of Entrepreneurship” –

Senza categoria
IMG_2448Si riporta di seguito l’elenco dei partecipanti selezionati da Eurobridge e l’Associazione Malik per la partecipazione al progetto europeo EPSE (European Project School of Entrepreneurship): BONEDDU MARIAGRAZIA 30 SARULE BUSSU ANTONELLA 19 OLLOLAI BUSSU MAURO 26 OLLOLAI COCCO MARZIA 21 ONIFERI CONGIU ALBERTO 27 LODINE DEMONTIS GRAZIA 18 GAVOI LADU SALVATORE PRIMO 25 OLLOLAI MUREDDU MARIANNA 25 LODINE PIRAS MONIA 27 ONIFERI PORCU COSIMO SALVATORE 19 SARULE Sono ammessi a partecipare alle lezioni in qualità di uditori: CHERI LUCA 36 SARULE IBBA MIRKO 26 GAVOI MONNI MELANIA 18 GAVOI I partecipanti e gli uditori riceveranno via email il calendario delle lezioni previste dal progetto. CALENDARIO LEZIONI Gavoi, 16/01/2016 Info: info@eubridge.eu Tel: 340/6894417

Si riporta di seguito l’elenco dei partecipanti selezionati da Eurobridge e l’Associazione Malik per la partecipazione al progetto europeo EPSE (European Project School of Entrepreneurship): BONEDDU MARIAGRAZIA 30 SARULE BUSSU ANTONELLA 19 OLLOLAI BUSSU MAURO 26 OLLOLAI COCCO MARZIA 21 ONIFERI CONGIU ALBERTO 27 LODINE DEMONTIS GRAZIA 18 GAVOI LADU SALVATORE PRIMO 25 OLLOLAI MUREDDU […]

UA-27023877-1