• +39 347 0892378
  • associazioneculturalemalik@gmail.com

Programma Oristano – 2011

 

Oristano Venerdì 11 e Sabato 12 Novembre 2011

– L’AVVENTURA DI UN FOTOGRAFO – tecniche di narrazione per immagini

Workshop a cura del fotografo Dario Coletti dell’Istituto Superiore di fotografia e comunicazione integrata di Roma

  • – L’AVVENTURA DI UN FOTOGRAFO – IL RITRATTO  
  • Workshop a cura del fotografo Donato Tore coordinamento ISFCI
  • – L’AUTOBIOGRAFIA DI UNO SPETTATORE –  Proiezioni di un montaggio di interviste e documentari sulla vita e l’opera di Italo Calvino a cura della Società Umanitaria di Cagliari
  • – LABORATORI per le scuole a cura di Alternatura Società Cooperativa Onlus

Venerdì 11 h 9:00 – 10:30 e 11:00 – 12:30 

  • UNA PASSEGGIATA CON LA TERRA
  • Il Giardino incantato rivolto ad avventurosi sognatori dagli 8 ai 10 anni

Venerdì 11 h 15:00 – 18:00 

  • FUMO, VENTO E BOLLE DI SAPONE  
  • L’officina delle idee Laboratori ricreativi e didattici per scienziati, artisti e sognatori dagli 11 ai 13 anni

Sabato 12  h 9:00 – 10:30 e 11:00 – 12:30 

  • TUTTO IL BRITISH MUSEUM IN UNA CASTAGNA  
  •  Lo spettacolo delle particelle rivolto a coraggiosi ricercatori dai 10 agli 11 anni 
  • – LABORATORI per tutti

Sabato 12 h 16.00 – 17.30 

  • LE CITTA’ IN…VISIBILI – Atelier creativi di lettura e modellazione
  • – Città fluttuanti a cura di Barbara Contini
  • La città è un nido che accoglie, contiene, protegge, racconta; ricca di storia e di vissuti.
    Il laboratorio “d’aria” propone un viaggio immaginario dentro una città fantastica, tutta da inventare e costruire. “Sculture” leggere, aeree, sospese, creeranno immagini suggestive che raccontano un sogno, l’idea di una città che vorremmo esistesse davvero, anche fosse solo nel nostro immaginario.
  • – Città terrene a cura di Angela Alfano
    L’architettura come elemento di riconoscimento di storie e di vissuti, radicata come alberi alla terra, complessa come un labirinto, spigolosa e morbida, pungente ma flessibile …
    Come vediamo la nostra città? Come vorremmo che fosse? Un viaggio “plastico” per raccontare immagini e desideri …

Sabato 12 h 17.30

  • IL CASTELLO DEI DESTINI INCROCIATI  incontri e dibattiti
  • Per una conversione ecologica della lettura a cura di Carlo Mazza Galanti
  • Si fa tanto parlare dei benefici della lettura: benefici sociali, individuali, universali. Le statistiche sulla lettura dividono i paesi occidentali in regioni buone e cattive, civili e incivili, politiche e impolitiche. La diffusione del libro è considerata come un bene in sé. Ma siamo davvero sicuri che leggere sia un’attività necessariamente benefica? Siamo sicuri che leggere libri implichi la necessità di leggerne (e produrne) un numero sempre maggiore, in un processo di crescita esponenziale e accumulativa che non manca di appiattire il mondo della cultura su quello della merce?

Sabato 12 h 18.30 

  • L’AVVENTURA D’UN LETTORE letture, lezioni aperte
  • Leggere il mondo immaginato: Una lezione di geografia fantastica – a cura di Aldo Tanchis
  • Un viaggio nella narrativa che immagina mondi fantastici, come puro divertimento ma anche come prefigurazione di mondi possibili o satira di mondi esistente. Conosceremo libri che ci faranno viaggiare in utopie realizzate al centro della Terra, sulla luna, su isole popolate di sole donne o presso popoli mai esistiti… Utopie che potremo mostrare in illustrazioni e scene di film ispirate a tali opere. 

Sabato 12 h 19.45 

  • INAUGURAZIONE DELLA MOSTRA
  • – Geografie visionarie Pittori e illustratori rileggono viaggi immaginari e luoghi dell’anima– a cura di Aldo Tanchis
  • Da sempre esistono stretti rapporti tra libri e immagini. In fondo, le parole sono esse stesse immagini. E quando noi leggiamo una descrizione, immagini si formano nella nostra mente. Questa mostra ci porta nel territorio d’incontro tra scrittori, pittori e illustratori che hanno deciso di far viaggiare la loro immaginazione. Tutte le opere sono state realizzate appositamente per l’esposizione.

Sabato 12 h 21.00 

  • PASSATEMPI performances teatrali o musicali
  • – A ottanta miglia incontro al vento
  • Spettacolo liberamente tratto da “Le città invisibili” di Italo Calvino, a cura della Compagnia Hanife Ana teatro jazz
  • Savina Dolores Massa (voce narrante)
    Alessandro Melis (voce narrante)
    Gianfranco Fedele (pianoforte, rumori, live electronics)
    Alessandro Cau (batteria, percussioni, oggetti)
    immagini di Michele Porsia
  • Infinite sono le città incontrate in questo viaggio. Infinite e nessuna. Tra capelli di donna in fuga, imperi in dissoluzione, pipe d’avorio, maioliche sospese nel vuoto, dubbi, incontri da avvenire o mai avvenuti, navi e cammelli, mani con nervature di foglia, mai nati e mai morti, oracoli e parole, si ripete il sogno umano di desiderare ciò che non esiste, cieco all’esistente.
    Un reading musicale in cui la colonna sonora originale, eseguita dal vivo da due musicisti di estrazione jazz, interagisce con parole e immagini che guardano al capolavoro di Italo Calvino da un punto di vista insolito.

Lascia un commento:

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

La nostra mission è tradurre e integrare l’identità locale in una visione globale

Operiamo in ambito socio-culturale con un occhio di riguardo alle opportunità per i giovani in Europa

UA-27023877-1

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi