• +39 347 0892378
  • associazioneculturalemalik@gmail.com

News

Le ultime news

Cinema band (10)

“Visioni made in Sardegna – Il cinema incontra le piccole comunità” secondo appuntamento a Sant’Andrea Frius

Associazione Malik No Comments

Dopo il grande successo della prima tappa a Oniferi, prosegue il il progetto itineranteVisioni made in Sardegna – Il cinema incontra le piccole comunità” , Finanziato dalla Regione Autonoma della Sardegna – L.R. 20 settembre 2006, n. 15 “Norme per lo sviluppo del Cinema in Sardegna”- Annualità 2020”.

Il progetto, ideato da Malik ETS e dalla Fondazione Sardegna Film Commission, animerà la comunità di Sant Andrea Frius  giovedì 30 settembre, a partire dalle ore 16 e fino a tarda serata.

Stessa location, il Centro di aggregazione sociale, per due momenti distinti di incontro con il cinema made in Sardegna:

  • a partire dalle ore 16 i giovani della scuola secondaria di primo grado assisteranno alla proiezione di una selezione di opere realizzate nell’ambito di “Heroes 20.20.20” (progetto della Sardegna Film Commission dedicato a diffondere e consolidare buone pratiche ecosostenibili) a cui seguirà un laboratorio “green” animato dalla creatività e dalle competenze delle operatrici culturali dell’associazione Malik, le quali aiuteranno i giovani partecipanti a riciclare creativamente quelli che sono considerati scarti, dando quindi nuova vita a degli oggetti di uso quotidiano;
  • dalle 18 in poi per il pubblico adulto sarà invece proiettato il documentario “Transumanze” del regista Andrea Mura, presente in sala per dialogare con il pubblico e rispondere alle curiosità dell’uditorio. L’opera affronta una tematica molto sentita per la Sardegna: la grande migrazione dei pastori sardi in Toscana degli anni ‘60.

 

Il progetto “Visioni made in Sardegna – Il cinema incontra le piccole comunità” prevede un totale di  14 comunità da incontrare nei comuni di Oniferi, Sant’ Andrea Frius, Belvì, Seulo, Nuoro, Nuragus, Genoni, Ortueri, Escolca, Ollolai, Teti, Serri, Dualchi e Bitti, con l’ambizioso obiettivo di realizzare una rete di collaborazioni sul territorio sardo per divulgare, in particolar modo tra le nuove generazioni e nelle aree in cui non è presente stabilmente una struttura cinematografica, il Cinema made in Sardegna e le sue tematiche.

 

Untitled 298

Visioni made in Sardegna. Dicono di noi.

Associazione Malik No Comments

CINEMA made in Sardegna. TeleSardegna. Associazione Malik. Al via il progetto “Visioni Made in Sardegna” 23 09 21  https://www.youtube.com/watch?v=czVWpq-GQac

Leggi di più Progetti Cinema

L'unione Sarda 22.09.2021

Visioni made in Sardegna. Dicono di noi.

Associazione Malik No Comments

L’Unione Sarda

Leggi di più Progetti Cinema

IMG-20210921-WA0041

Visioni made in Sardegna. Dicono di noi.

Associazione Malik No Comments

La Nuova Sardegna

Leggi di più Progetti Cinema

Cinema band (9)

Inizia da Oniferi il progetto di Malik ETS “Visioni made in Sardegna – Il cinema incontra le piccole comunità”

Associazione Malik No Comments

Il 24 settembre alle 16.00 avrà ufficialmente inizio il progetto itinerante “Visioni made in Sardegna – Il cinema incontra le piccole comunità”, ideato da Malik ETS e dalla Fondazione Sardegna Film Commission.

Il progetto, che porterà il cinema made in Sardegna nelle comunità in cui il cinema non è presente, è Finanziato dalla Regione Autonoma della Sardegna – L.R. 20 settembre 2006, n. 15 “Norme per lo sviluppo del Cinema in Sardegna”- Annualità 2020” e cofinanziato dal Comune di Oniferi.

La prima comunità interessata dal progetto sarà infatti quella di Oniferi, che godendo di questi ultimi scampoli d’estate potrà godersi all’aperto le opere proposte per grandi e piccini.

A partire dalle ore 16, presso la Biblioteca Comunale, sarà proiettata per i più piccoli una serie di opere accuratamente selezionate tra quelle prodotte nell’ambito del progetto “Heroes 20.20.20 (progetto della Sardegna Film Commission dedicato a diffondere e consolidare buone pratiche ecosostenibili) a cui seguirà un laboratorio “green” animato dalla creatività e dalle competenze delle operatrici culturali dell’associazione Malik, vere e proprie artiste dell’economia circolare che utilizzando scarti li riciclano creativamente, che proporranno la creazione di oggetti di uso quotidiano attraverso tecniche e materiali di riciclo.

Dalle 18.30 in poi, presso il Cortile San Gavino sarà invece proiettata l’opera “Transumanze” del regista Andrea Mura, dopo la prima proiezione a livello regionale avvenuta a Cagliari il 15 settembre.

Si tratta di un racconto corale sulla grande migrazione dei pastori sardi in Toscana a partire dagli anni ’60. Una storia di lavoro, conflitti sociali, emancipazione nel passaggio dalla mezzadria all’industrializzazione. Dopo la proiezione, il regista sarà a disposizione per dialogare con il pubblico presente.

L’ingresso sarà libero e gratuito.

1

“ WHAT’S UP YOUTH?” : i social media visti dai giovani europei. Un successo la performance artistica dei partecipanti allo Scambio Giovanile di Abbasanta

Associazione Malik No Comments

Martedì 14 settembre alle 17.30 presso l’Agorà di Abbasanta era presente il parterre delle grandi occasioni, con i rappresentanti dell’amministrazione comunale di Abbasanta, in primis la sindaca Patrizia Carta, e il direttore del Centro di Addestramento Istruzione Professionale della Polizia di Stato di Abbasanta, Roberto Pietrosanti.

Insieme a loro 30 giovani europei che non vedevano l’ora di mettere in scena i frutti del loro duro lavoro, svolto dall’8 al 15 settembre nell’ambito del progetto europeo “What s up youth” finanziato dal Programma Erasmus+ e cofinanziato dal Comune di Abbasanta e dalla Regione Sardegna.

I giovani partecipanti hanno infatti preso parte a tre laboratori, finalizzati alla realizzazione di una performance artistica capace di far comprendere all’uditorio la loro idea di social media e la necessità di trovare un equilibrio tra la vita virtuale e la vita reale.

Il titolo del progetto “What’s Up Youth?” si riferisce infatti ad uno dei social network più utilizzati (What’s App) e, allo stesso tempo, sintetizza l’obiettivo specifico dello scambio giovanile: promuovere la cittadinanza attiva dei giovani attraverso un uso corretto dei social media.

Oltre al teatro e alla danza, i giovani si sono concentrati sulla scenografia, da loro realizzata usando una combinazione di immagini e scritte, ritagli di poster, giornali, cartone e pittura acrilica su una tela, che rimarrà all’amministrazione comunale di Abbasanta per essere esposta.

Lo scambio giovanile ha coinvolto 4 organizzazioni internazionali per un totale di trenta giovani e operatori giovanili sardi, belgi, cechi e ciprioti e olandesi in attività di apprendimento non formale, come presentazioni, forum di discussione, dibattiti itineranti, invasioni digitali e laboratori presso il Parco Archeologico del Nuraghe Losa, performance di danza, serate multiculturali, incontri con influencer ed esperti di social media.

La collaborazione con l’amministrazione comunale e con il Caip ancora una volta si sono dimostrate fondamentali per la buona riuscita del progetto, e vogliamo ringraziarli per aver condiviso con noi e con i giovani partecipanti l’intero percorso.

 

La nostra mission è tradurre e integrare l’identità locale in una visione globale

Operiamo in ambito socio-culturale con un occhio di riguardo alle opportunità per i giovani in Europa