• +39 347 0892378
  • associazioneculturalemalik@gmail.com

News

Le ultime news

Untitled 322

Sportello in Spalla Oliena. Dicono di Noi

Associazione Malik No Comments

sardiniapost.it 16.04.2021

Leggi di più progetto Sportello in Spalla

Untitled-design-77

Sportello in Spalla. Dicono di noi.

Associazione Malik No Comments

 

🏅HONOURABLE MENTIONS🏅 Eurodesk aprile 2021

Eurodesk Awards 2021 Winners Announcement: Honouring the best in youth information

Leggi di più progetto Sportello in Spalla

IMG-20210414-WA0053

ITACA. Dicono di noi.

Associazione Malik No Comments

La Nuova Sardegna

Leggi di più Progetto Itaca

Master-Loc-ITACA (2)

ITACA – Un progetto per la connessione, il coinvolgimento attivo e la valorizzazione degli emigrati barbaricini.

Associazione Malik No Comments

Sta per prendere il volo il progetto “ITACA”L’iniziativa verrà presentata alle ore 10:30 del 17 aprile 2021, tramite la pagina Facebook dell’Associazione Malik. Itaca può essere definito un progetto pilota, sperimentale, estendibile e replicabile; che mira a connettere e valorizzare gli emigrati barbaricini residenti nelle principali città italiane ed europee, coinvolgendoli attivamente nell’ ideazione e formulazione di una strategia di sviluppo locale intelligente.

Itaca è stato presentato, in qualità di capofila, dall’Unione dei Comuni di Barbagia (composta da Gavoi, Lodine, Ollolai, Olzai, Oniferi, Ovodda, Sarule e Tiana) alla Fondazione di Sardegna, principale ente finanziatore del progetto, mentre il ruolo dell’Associazione Malik è quello di partenariato e coordinatore. Con il progetto Itaca si  intende attenuare la vulnerabilità sociale della Barbagia, contrastando lo spopolamento e i principali fenomeni che ne sono alla base, attraverso un partenariato internazionale e complementare, costituito da associazioni culturali regionali che si occupano di sviluppo locale e politiche giovanili, circoli dei sardi in Italia e all’estero, centri di documentazione sull’emigrazione, reti informative europee e dipartimenti universitari. Altri destinatari del progetto sono: i giovani del territorio, i Comuni della Sardegna, la Regione Autonoma della Sardegna, la società civile, gli organi di stampa regionali, nazionali ed europei.

Il progetto intende raggiungere i seguenti obiettivi:

Connettere, coinvolgere e valorizzare gli emigrati barbaricini; creare occasioni di apprendimento, crescita, confronto e contaminazione reciproca; ideare una strategia di sviluppo locale “smart” (intelligente) partecipata che coinvolga sia gli emigrati che i residenti, valorizzando le loro conoscenze e competenze complementari e trasversali; creare nuove opportunità lavorative per i giovani emigrati e residenti; favorire lo sviluppo imprenditoriale della Barbagia; ripopolare i borghi in chiave innovativa, in funzione del mutato scenario dovuto agli effetti della pandemia di Covid-19. Per raggiungere tali obiettivi, sono state individuate azioni strutturate e innovative, come il censimento ed il profiling degli emigrati barbaricini, la creazione di una piattaforma strutturata come una “Social Community”, che vedrà anche l’esistenza di un Blog apposito, articolato in varie sezioni per aree tematiche, e la creazione di un canale YouTube. Inoltre, saranno organizzati Webinar, interviste e incontri tematici mirati alla condivisione di conoscenze, esperienze e buone pratiche. Il progetto prevede anche la realizzazione di incontri di progettazione partecipata, mirati alla formulazione di una strategia di sviluppo locale intelligente, formulata in linea con la Programmazione 2021-2027 della Politica di Coesione europea e, conseguentemente, finanziabile e sostenibile.Altri partners del progetto saranno: Associazione dei Sardi in Torino “Antonio Gramsci”, Università degli Studi di Cagliari Dipartimento Scienze Politiche e Sociali, Associazione Culturale Terras, Associazione Nino Carrus , Camera di Commercio e dell’Industria Italiana in Polonia, Associazione dei Sardi di Roma IL GREMIO, Associazione Culturale Sarda Incantos Copenaghen, Assotziu Tzirculu Ichnusa Madrid, Circolo Culturale Sardo Su Nuraghe Biella, Circolo Sardegna Bologna, Comune di Asuni Museo dell’’emigrazione dei sardi, Laboratorio Sardegna di Dentro Gavoi, CREI – Comitato Regionale Emigrazione e Immigrazione ACLI, Eurodesk Italy.

Untitled 324

Sherden Youth. Dicono di noi.

Associazione Malik No Comments

Gavoi.com del 12.04.2021

Leggi di più progetto Sherden Youth

IMG20210404145958

GIOVANI SHARDANA NEL PAESE DEI FARAONI

Associazione Malik No Comments

Ad Alessandria d’Egitto l’Associazione Malik e l’ONG egiziana OMA hanno pianificato nel dettaglio le attività di uno scambio internazionale che, nel mese di settembre, coinvolgerà trenta giovani barbaricini ed egiziani.

Dal 1° al 6 aprile una rappresentanza dell’Associazione Malik si è recata ad Alessandria d’Egitto per pianificare nel dettaglio le attività dello scambio giovanile internazionale “Sherden Youth“, finanziato dal Programma Erasmus+, dalla Regione Sardegna (Assessorato della Pubblica Istruzione, Beni culturali, Informazione, Spettacolo e Sport) e dal Comune di Gavoi.

Durante la visita di programmazione preliminare sono stati visitati i luoghi in cui, nel mese di settembre, si svolgerà lo scambio giovanile, è stato realizzato un incontro con i partecipanti egiziani e sono state pianificate nel dettaglio tutte le attività. L’Associazione Malik ha regalato, inoltre, alla celeberrima Bibliotheca Alexandrina, una delle più grandi e importanti al mondo, il testo “Shardana e Sardegna”, scritto dal Prof. Giovanni Ugas.

Il progetto Sherden Youth mira a promuovere un maggior confronto e dialogo tra giovani euro-mediterranei appartenenti a culture e religioni diverse e consiste in due scambi giovanili internazionali: il primo sarà realizzato ad Alessandria d’Egitto nel mese di settembre, mentre il secondo avrà luogo a Gavoi, nel mese di ottobre. Ad entrambe le mobilità parteciperanno trenta giovani sardi ed egiziani con età compresa tra i 18 ed i 25 anni e con minori opportunità geografiche, culturali ed economiche, due giovani con bisogni speciali ed i relativi accompagnatori e quattro group leader. Saranno realizzate attività di presentazione, valutazione, team building, dibattiti itineranti sui temi del dialogo interculturale e dei flussi migratori, interviste sui luoghi comuni, video making/editing, serate multiculturali, laboratori di disegno creativo, cucina e artigianato, tavole rotonde con i rappresentanti religiosi di Alessandria d’Egitto, energizers e visite guidate ai siti archeologici barbaricini ed egiziani.

In occasione della visita di programmazione preliminare, infine, per celebrare la Giornata mondiale per la diversità culturale per il dialogo e lo sviluppo, Malik E.T.S. and OMA, hanno lanciato il Contest fotografico “Sherden Youth Photo Contest” con l’assegnazione, in ciascun Paese, di due premi: il primo, quello deciso dalla Giuria popolare, sarà dato alla foto che avrà avuto il maggior numero di Like su Facebook e Instagram; il secondo, quello della Giuria di qualità, sarà decretato dai partecipanti sardi (in Egitto) ed Egiziani (in Sardegna) che voteranno la foto che più rappresenta il concetto di dialogo interculturale. Maggiori informazioni sul contest fotografico sono disponibili nel sito ufficiale dell’Associaizione Malik

 

La nostra mission è tradurre e integrare l’identità locale in una visione globale

Operiamo in ambito socio-culturale con un occhio di riguardo alle opportunità per i giovani in Europa