• +39 347 0892378
  • associazioneculturalemalik@gmail.com

Progetto Itaca

ITACA. Dicono di noi.

Associazione Malik No Comments

L’Ortobene. 25/04/2021

Leggi di più Progetto Itaca

In cammino verso Itaca

Associazione Malik No Comments

Il ritorno di Ulisse verso Itaca è da sempre l’ emblema del viaggio, del bisogno di conoscenza diretta e dell’ avventura umana, necessaria anche durante le avversità.
Ciò che il viaggio dell’ eroe omerico ci insegna è l’ importanza dell’ esperienza acquisita dal viaggiatore che, dopo un lungo peregrinare, fa il suo ritorno a casa ricco di tesori interiori.

Quello che stamattina abbiamo voluto sottolineare, presentando il progetto “ITACA”, è appunto il valore di questo Tesoro-Esperienza.
Ma, contrariamente ad Ulisse che perde tutti i suoi compagni durante il viaggio, nessuno in “ITACA” verrà lasciato solo.

Noi abbiamo puntato tutto sulla collaborazione e la connessione tra idee, vita e cuore dei nostri emigrati barbaricini.
Per tutta la durata del progetto, la nostra Barbagia sarà una nuova Itaca, ma d’ altronde, ogni essere umano ne possiede una sua.
Ringraziamo tutti i partner del progetto, in particolar modo i relatori con cui abbiamo conversato ed anche Salvatore Buttu di “Laboratorio Sardegna di Dentro Gavoi”, Graziano Milia della “Fondazione di Sardegna”, e Mariano Porcu del Dipartimento di Scienze Politiche e Sociali dell’ Università degli Studi di Cagliari, che non hanno potuto intervenire per motivi tecnici, ma che ci hanno comunque seguiti e continueranno a supportare il progetto collaborando con noi.
Un grazie va anche a chi ha seguito la diretta come spettatore.
Continuate a seguirci nei nostri canali per restare aggiornati! https://itacaprogetto.wordpress.com/

ITACA. Dicono di noi.

Associazione Malik No Comments

La Nuova Sardegna

Leggi di più Progetto Itaca

ITACA – Un progetto per la connessione, il coinvolgimento attivo e la valorizzazione degli emigrati barbaricini.

Associazione Malik No Comments

Sta per prendere il volo il progetto “ITACA”L’iniziativa verrà presentata alle ore 10:30 del 17 aprile 2021, tramite la pagina Facebook dell’Associazione Malik. Itaca può essere definito un progetto pilota, sperimentale, estendibile e replicabile; che mira a connettere e valorizzare gli emigrati barbaricini residenti nelle principali città italiane ed europee, coinvolgendoli attivamente nell’ ideazione e formulazione di una strategia di sviluppo locale intelligente.

Itaca è stato presentato, in qualità di capofila, dall’Unione dei Comuni di Barbagia (composta da Gavoi, Lodine, Ollolai, Olzai, Oniferi, Ovodda, Sarule e Tiana) alla Fondazione di Sardegna, principale ente finanziatore del progetto, mentre il ruolo dell’Associazione Malik è quello di partenariato e coordinatore. Con il progetto Itaca si  intende attenuare la vulnerabilità sociale della Barbagia, contrastando lo spopolamento e i principali fenomeni che ne sono alla base, attraverso un partenariato internazionale e complementare, costituito da associazioni culturali regionali che si occupano di sviluppo locale e politiche giovanili, circoli dei sardi in Italia e all’estero, centri di documentazione sull’emigrazione, reti informative europee e dipartimenti universitari. Altri destinatari del progetto sono: i giovani del territorio, i Comuni della Sardegna, la Regione Autonoma della Sardegna, la società civile, gli organi di stampa regionali, nazionali ed europei.

Il progetto intende raggiungere i seguenti obiettivi:

Connettere, coinvolgere e valorizzare gli emigrati barbaricini; creare occasioni di apprendimento, crescita, confronto e contaminazione reciproca; ideare una strategia di sviluppo locale “smart” (intelligente) partecipata che coinvolga sia gli emigrati che i residenti, valorizzando le loro conoscenze e competenze complementari e trasversali; creare nuove opportunità lavorative per i giovani emigrati e residenti; favorire lo sviluppo imprenditoriale della Barbagia; ripopolare i borghi in chiave innovativa, in funzione del mutato scenario dovuto agli effetti della pandemia di Covid-19. Per raggiungere tali obiettivi, sono state individuate azioni strutturate e innovative, come il censimento ed il profiling degli emigrati barbaricini, la creazione di una piattaforma strutturata come una “Social Community”, che vedrà anche l’esistenza di un Blog apposito, articolato in varie sezioni per aree tematiche, e la creazione di un canale YouTube. Inoltre, saranno organizzati Webinar, interviste e incontri tematici mirati alla condivisione di conoscenze, esperienze e buone pratiche. Il progetto prevede anche la realizzazione di incontri di progettazione partecipata, mirati alla formulazione di una strategia di sviluppo locale intelligente, formulata in linea con la Programmazione 2021-2027 della Politica di Coesione europea e, conseguentemente, finanziabile e sostenibile.Altri partners del progetto saranno: Associazione dei Sardi in Torino “Antonio Gramsci”, Università degli Studi di Cagliari Dipartimento Scienze Politiche e Sociali, Associazione Culturale Terras, Associazione Nino Carrus , Camera di Commercio e dell’Industria Italiana in Polonia, Associazione dei Sardi di Roma IL GREMIO, Associazione Culturale Sarda Incantos Copenaghen, Assotziu Tzirculu Ichnusa Madrid, Circolo Culturale Sardo Su Nuraghe Biella, Circolo Sardegna Bologna, Comune di Asuni Museo dell’’emigrazione dei sardi, Laboratorio Sardegna di Dentro Gavoi, CREI – Comitato Regionale Emigrazione e Immigrazione ACLI, Eurodesk Italy.

12

La nostra mission è tradurre e integrare l’identità locale in una visione globale

Operiamo in ambito socio-culturale con un occhio di riguardo alle opportunità per i giovani in Europa