• +39 347 0892378
  • associazioneculturalemalik@gmail.com

Visioni made in Sardegna. II edizione

“Visioni made in Sardegna – Il cinema incontra le piccole comunità” Il 20 novembre il progetto di Malik ETS sarà a Serri

Associazione Malik No Comments

L’ultimo appuntamento di novembre con il progetto “Visioni made in Sardegna – Il cinema incontra le piccole comunità”, ideato da Malik ETS e dalla Fondazione Sardegna Film Commission, è fissato per venerdì 20 novembre a Serri presso il Centro Sociale.

Il progetto, che porterà il cinema made in Sardegna nelle comunità in cui il cinema non è presente, è Finanziato dalla Regione Autonoma della Sardegna – L.R. 20 settembre 2006, n. 15 “Norme per lo sviluppo del Cinema in Sardegna”- Annualità 2020” e cofinanziato dalle comunità aderenti all’iniziativa.

L’evento, che permetterà alla comunità di conoscere il cinema made in Sardegna, è diviso in due distinti momenti.

A partire dalle ore 15 sarà proiettata per i più piccoli   una serie di opere accuratamente selezionate tra quelle prodotte nell’ambito del progetto “Heroes 20.20.20  (progetto della Sardegna Film Commission dedicato a diffondere e consolidare buone pratiche ecosostenibili) a cui seguirà un laboratorio “green” animato dalla creatività e dalle competenze delle operatrici culturali dell’associazione Malik, vere e proprie artiste dell’economia circolare che utilizzando scarti li riciclano creativamente, che  proporranno la creazione di oggetti di uso quotidiano attraverso tecniche e materiali di riciclo.

Dalle 17 in poi, per un pubblico adulto sarà proiettato il documentario di Anna Kauber “In questo mondo” che affronta la tematica della pastorizia al femminile in Italia attraverso una serie di interviste a donne tra i 20 e i 102 anni.

L’autrice sarà presente in sala per dialogare con il pubblico presente.

L’ingresso sarà libero e gratuito.

 

“Visioni made in Sardegna – Il cinema incontra le piccole comunità” Il 19 novembre appuntamento a Teti

Associazione Malik No Comments

Prosegue il il progetto itinerante “Visioni made in Sardegna – Il cinema incontra le piccole comunità”, Finanziato dalla Regione Autonoma della Sardegna – L.R. 20 settembre 2006, n. 15 “Norme per lo sviluppo del Cinema in Sardegna”- Annualità 2020”.

Il progetto, ideato da Malik ETS e dalla Fondazione Sardegna Film Commission, animerà la comunità di Teti venerdì 19 novembre, a partire dalle ore 15 e fino a tarda serata.

La serata prevede due momenti distinti di incontro con il cinema made in Sardegna:

  • a partire dalle ore 15, presso la Biblioteca Comunale, per i bambini di Teti e Tiana della Scuola Primaria di Tiana, ci sarà la proiezione di una selezione di opere realizzate nell’ambito di “Heroes 20.20.20”  (progetto della Sardegna Film Commission dedicato a diffondere e consolidare buone pratiche ecosostenibili) a cui seguirà un laboratorio “green” animato dalla creatività e dalle competenze delle operatrici culturali dell’associazione Malik, le quali aiuteranno i giovani partecipanti a riciclare creativamente quelli che sono considerati scarti, dando quindi nuova vita a degli oggetti di uso quotidiano;
  • dalle 18 in poi, presso la Sala Consiliare del Museo Archeologico Comprensoriale, per il pubblico adulto sarà invece proiettata l’opera “In questo mondo” di Anna Kauber, che affronta il fenomeno della pastorizia al femminile in Italia, attraverso le interviste alle dirette protagoniste.

La regista sarà presente in sala per dialogare con il pubblico presente.

Il progetto “Visioni made in Sardegna – Il cinema incontra le piccole comunità” prevede un totale di  14 comunità da incontrare nei comuni di Oniferi, Sant’ Andrea Frius, Belvì, Seulo, Nuoro, Nuragus, Genoni, Ortueri, Escolca, Ollolai, Teti, Serri, Dualchi e Bitti, con l’ambizioso obiettivo di realizzare una rete di collaborazioni sul territorio sardo per divulgare, in particolar modo tra le nuove generazioni e nelle aree in cui non è presente stabilmente una struttura cinematografica, il Cinema made in Sardegna e le sue tematiche.

L’ingresso sarà libero e gratuito.

 

“Visioni made in Sardegna – Il cinema incontra le piccole comunità” Il progetto di Malik ETS giovedì 18 novembre a Ollolai

Associazione Malik No Comments

Per la decima tappa del progetto itinerante “Visioni made in Sardegna – Il cinema incontra le piccole comunità”, Malik ETS e i suoi partner progettuali, tra cui la Fondazione Sardegna Film Commission, animeranno la comunità di Ollolai giovedì 18 novembre a partire dalle ore 16.30 e fino a tarda serata.

Il progetto, che porterà il cinema made in Sardegna nelle comunità in cui il cinema non è presente, è Finanziato dalla Regione Autonoma della Sardegna – L.R. 20 settembre 2006, n. 15 “Norme per lo sviluppo del Cinema in Sardegna”- Annualità 2020” e cofinanziato dalle comunità aderenti  all’iniziativa.

La serata prevede due appuntamenti:

  • A partire dalle ore 16.30, presso il Centro Sociale Michele Zedde, sarà proiettata per i più piccoli una serie di opere accuratamente selezionate tra quelle prodotte nell’ambito del progetto Heroes 20.20.20  (progetto della Sardegna Film Commission dedicato a diffondere e consolidare buone pratiche ecosostenibili) a cui seguirà un laboratorio “green” animato dalla creatività e dalle competenze delle operatrici culturali dell’associazione Malik, vere e proprie artiste dell’economia circolare che utilizzando scarti li riciclano creativamente, che  proporranno la creazione di oggetti di uso quotidiano attraverso tecniche e materiali di riciclo.
  • Dalle 18.00 in poi, presso l’ex Cinema parrocchiale, sarà invece proiettata l’opera “In questo mondo” di Anna Kauber, regista, scrittrice e studiosa del mondo rurale, che affronta in quest’opera il mondo della pastorizia al femminile nella penisola italiana.

La regista sarà presente in sala per dialogare con il pubblico presente.

L’ingresso sarà libero e gratuito.

 

Visioni made in Sardegna. Dicono di noi.

Associazione Malik No Comments

La Nuova Sardegna

Leggi di più Progetti Cinema

“Visioni made in Sardegna – Il cinema incontra le piccole comunità” Sabato 13 novembre il Cinema made in Sardegna a Escolca

Associazione Malik No Comments

Prosegue il il progetto itinerante “Visioni made in Sardegna – Il cinema incontra le piccole comunità” , Finanziato dalla Regione Autonoma della Sardegna – L.R. 20 settembre 2006, n. 15 “Norme per lo sviluppo del Cinema in Sardegna”- Annualità 2020”.

Il progetto, ideato da Malik ETS e dalla Fondazione Sardegna Film Commission, nasce con l’ambizioso obiettivo di realizzare una rete di collaborazioni sul territorio sardo per divulgare, in particolar modo tra le nuove generazioni e nelle aree in cui non è presente stabilmente una struttura cinematografica, il cinema made in Sardegna, i suoi contenuti e le sue tematiche.

Il progetto animerà la comunità di Escolca sabato 13 novembre, presso la Sala Consiliare:

  • dalle 16 in poi i più piccoli saranno coinvolti in un laboratorio green, animato dalla creatività delle operatrici di Malik, vere artiste del riuso, che coinvolgeranno i bambini nel dare una nuova vita ad oggetti di uso quotidiano. Lo spunto sarà dato dalla proiezione di una selezione di opere realizzate nell’ambito di “Heroes 20.20.20” (progetto della Sardegna Film Commission dedicato a diffondere e consolidare buone pratiche ecosostenibili) che affrontano tematiche legate alla sostenibilità ambientale;
  • dalle 18.30 in poi, per il pubblico adulto sarà invece proiettato il docu-film “Il miracolo dei rei” di Alessandra Usai. L’opera, nel descrivere e ricostruire gli eventi della bonifica ambientale realizzata dai carcerati nella colonia penale agricola più estesa d’Italia, a Castiadas, porta alla luce il profondo aspetto sociale del sistema carcerario dell’Ottocento, improntato su rieducazione, redenzione e reinserimento nella società di chi si era macchiato di colpe verso la società stessa.

L’ingresso sarà libero e gratuito.

 

“Visioni made in Sardegna – Il cinema incontra le piccole comunità” Il 12 novembre il progetto di Malik ETS sarà a Ortueri

Associazione Malik No Comments

L’appuntamento con il progetto “Visioni made in Sardegna – Il cinema incontra le piccole comunità”, ideato da Malik ETS e dalla Fondazione Sardegna Film Commission, è fissato per venerdì 12 novembre a Ortueri con una doppia location: la sala mensa dell’edificio scolastico di via Umberto e la Sala Consiliare.

Il progetto, che porterà il cinema made in Sardegna nelle comunità in cui il cinema non è presente, è Finanziato dalla Regione Autonoma della Sardegna – L.R. 20 settembre 2006, n. 15 “Norme per lo sviluppo del Cinema in Sardegna”- Annualità 2020” e cofinanziato dalle comunità aderenti all’iniziativa.

L’evento, che permetterà alla comunità di conoscere il cinema made in Sardegna, è diviso in due distinti momenti.

A partire dalle ore 16, presso la mensa dell’edificio scolastico di via Umberto, sarà proiettata per i più piccoli   una serie di opere accuratamente selezionate tra quelle prodotte nell’ambito del progetto “Heroes 20.20.20  (progetto della Sardegna Film Commission dedicato a diffondere e consolidare buone pratiche ecosostenibili) a cui seguirà un laboratorio “green” animato dalla creatività e dalle competenze delle operatrici culturali dell’associazione Malik, vere e proprie artiste dell’economia circolare che utilizzando scarti li riciclano creativamente, che  proporranno la creazione di oggetti di uso quotidiano attraverso tecniche e materiali di riciclo.

Dalle 18 in poi, presso la sala consiliare, per un pubblico adulto saranno proiettate due opere:

  • “Poseidonia” di Pietrina Atzori e Rosaria Straffalaci, tratta il dramma dei migranti che attraversano il mare, ma che non raggiungono la sponda opposta. Il cortometraggio è il prodotto di una performance artistica che si è svolta nel porticciolo di Sant’Elia;
  • Il clan dei ricciai” di Pietro Mereu, la storia di un gruppo di pescatori di Cagliari, i quali hanno avuto tutti problemi con la giustizia, ma nel loro cammino hanno incontrato qualcuno disposto a dare a questi uomini un’altra occasione per vivere la loro vita in modo onesto ed aiutarli ad integrarsi nella comunità.

Gli autori saranno presenti in sala per dialogare con il pubblico presente.

L’ingresso sarà libero e gratuito.

La nostra mission è tradurre e integrare l’identità locale in una visione globale

Operiamo in ambito socio-culturale con un occhio di riguardo alle opportunità per i giovani in Europa