• +39 347 0892378
  • associazioneculturalemalik@gmail.com

MOCORE

Untitled 264

E’ stato ufficialmente presentato MOCORE

Associazione Malik No Comments

Mercoledì 20 ottobre è stato ufficialmente presentato MOCORE, un progetto per MObilitare COllegare e REsponsabilizzare i giovani del Centro Sardegna.

L’ evento, moderato da Valeria Sanna di Malik E.T.S, è stato aperto con i saluti istituzionali dei rappresentanti del territorio coinvolto nel progetto.

Anche Stefania Piras, sindaca di Oniferi, Comune capofila del progetto, è intervenuta sottolineando la soddisfazione per l’ approvazione di MOCORE, nato dalla partecipazione al bando “Fermenti in comune”, e ricordando l’ importantanza della coesione tra i giovani del territorio e della collaborazione tra le amministrazioni.

Oriana Giacalone dall’Ufficio Politiche giovanili e Scuola per giovani amministratori, ha portato i saluti dell’ ANCI, seguiti da quelli dei partner del progetto che hanno espresso grande entusiasmo e soddisfazione.

La presentazione si è conclusa con gli interventi delle operatrici di Malik, che hanno illustrato nel dettaglio il progetto e le modalità in cui verrà realizzato, e in chiusura la parola è passata al grafico che ha illustrato il logo e la grafica dei canali di comunicazione.

MOCORE è solo all’ inizio, continuate a seguirci per restare aggiornati sulle risposte che intendiamo costruire per rispondere alle principali sfide sociali odierne.

WhatsApp Image 2021-10-21 at 12.57.43 PM

MOCORE. Dicono di noi

Associazione Malik No Comments

Leggi di più MOCORE

Laboratori di Musica & Teatro

MOCORE. Dicono di noi

Associazione Malik No Comments

L’Unione Sarda

Leggi di più MOCORE

Insta-Banner-completo

Prende il via “MOCORE”, Un progetto per MObilitare COllegare e REsponsabilizzare i giovani del Centro Sardegna

Associazione Malik No Comments

Mercoledì 20 ottobre 2021, alle ore 17:30, in diretta streaming sulle pagine Facebook/ Youtube dell’Associazione Malik e Facebook/ Youtube del progetto MOCORE verrà presentato ufficialmente il progetto MOCORE (Un progetto per MObilitare COllegare e REsponsabilizzare i giovani del Centro Sardegna).

Ideato dal Comune di Oniferi in collaborazione con Malik ETS, l’ambizioso progetto nasce per favorire l’empowerment dei giovani residenti nelle aree rurali del Centro Sardegna sulla base della Strategia europea per la gioventù” 2019-2027, il progetto nasce per di rendere i giovani del territorio cittadini consapevoli, partendo dal bando Fermenti in Comune, avviso pubblico nato in forte continuità con il Bando “Fermenti” del dipartimento per le Politiche giovanili e il Servizio civile universale della presidenza del Consiglio dei ministri, di cui l’ASSOCIAZIONE NAZIONALE COMUNI ITALIANI – ANCI, è protagonista per disciplinare le modalità di programmazione, realizzazione, monitoraggio e valutazione delle iniziative da realizzare in favore delle Autonomie locali.

Con orgoglio sottolineiamo che, su 494 comuni (di piccole dimensioni, ossia con popolazione fino a 15.000 abitanti) partecipanti, i progetti ammessi sono stati solo 35 in tutta Italia, di cui 4 in Sardegna, tra cui MOCORE, che si concentra principalmente su due delle sfide individuate dal bando: Inclusione e partecipazione e Formazione e cultura.

Il progetto è stato presentato dal Comune di Oniferi in qualità di capofila, e ha come partner: Unione dei Comuni Barbagia, Comunità Montana Sarcidano Barbagia di Seulo, Comune di Oliena, Comune di Dorgali, Malik E.T.S., Eurodesk Italy, Lariso cooperativa sociale e Associazione Mariolè.

Ma come è articolato MOCORE? Attraverso il coinvolgimento diretto della popolazione nella fascia di età dai 16 ai 35 anni dei territori coinvolti, si intendono costruire risposte alle principali sfide sociali che il contesto attuale propone, anche alla luce della pandemia da Covid-19. Le principali azioni di animazione territoriale, individuate dall’Associazione Malik come fondamentali per il raggiungimento dell’obiettivo sono:

  1. Laboratori itineranti di progettazione partecipata e capacity building finalizzati alla formulazione di idee progettuali da presentare all’Agenzia Nazionale per i giovani nell’ambito dei programmi Erasmus e Corpo Europeo di Solidarietà, in particolare per quanto riguarda i progetti di Solidarietà, che mirano a sostenere lo sviluppo, nonché l’attuazione di iniziative congiunte, la promozione dell’apprendimento tra pari e gli scambi di esperienze a livello locale per far fronte alle sfide sociali attuali e future delle quali i giovani sono protagonisti;
  2. Creazione di un network delle organizzazioni giovanili e dei gruppi informali presenti sul territorio e incontri periodici di confronto da svolgersi su tutta l’area interessata dal progetto, finalizzati alla costituzione della prima “Consulta delle associazioni giovanili del Centro Sardegna”;
  3. Incontri con rappresentanti delle istituzioni e simulazioni del Consiglio comunale al fine di avvicinare i giovani alle istituzioni e al funzionamento delle stesse, laboratori di partecipazione politica dei giovani ai processi decisionali del territorio;
  4. Creazione di una Web TV e di un blog che racconteranno l’evoluzione del progetto e daranno voce ai giovani protagonisti del territorio. I media ufficiali del progetto, creati da zero e costantemente aggiornati, permetteranno ai partecipanti di mettersi in gioco diventando un esempio per i loro coetanei.

 

Le singole azioni saranno itineranti e si svolgeranno nelle date e nelle location concordate con gli enti aderenti.

Alla presentazione online del progetto, moderata da Valeria Sanna, di Malik E.T.S., interverranno: Stefania Piras, Sindaca del Comune di Oniferi e Presidente dell’Unione Comuni Barbagia; Samuele Gaviano, Presidente della Comunità Montana Sarcidano Barbagia di Seulo e sindaco di Serri; Antonella Moro, Assessora del Comune di Oliena; Angela Testone, Sindaca del Comune di Dorgali; Fabrizio Todde, Eurodesk Italy; Silvio Obinu, Presidente cooperativa Lariso, Erminia Puddu vice-presidente dell’associazione Mariolè. Inoltre, i collaboratori e le collaboratrici  dell’associazione presenteranno i dettagli del progetto.

1

La nostra mission è tradurre e integrare l’identità locale in una visione globale

Operiamo in ambito socio-culturale con un occhio di riguardo alle opportunità per i giovani in Europa