• +39 347 0892378
  • associazioneculturalemalik@gmail.com

Archivio autore:

Cinema band (12)

“Visioni made in Sardegna – Il cinema incontra le piccole comunità”, Sabato 2 ottobre Malik ETS porta il Cinema made in Sardegna a Seulo

Associazione Malik No Comments

Prosegue il il progetto itinerante “Visioni made in Sardegna Il cinema incontra le piccole comunità” , Finanziato dalla Regione Autonoma della Sardegna – L.R. 20 settembre 2006, n. 15 “Norme per lo sviluppo del Cinema in Sardegna”- Annualità 2020”.

Il progetto, ideato da Malik ETS e dalla Fondazione Sardegna Film Commission, nasce con l’ambizioso obiettivo di realizzare una rete di collaborazioni sul territorio sardo per divulgare, in particolar modo tra le nuove generazioni e nelle aree in cui non è presente stabilmente una struttura cinematografica, il cinema made in Sardegna, i suoi contenuti e le sue tematiche.

Il progetto animerà la comunità di Seulo sabato 2 ottobre, in due diverse location:

  • dalle 16:00 in poi presso la sede dell’Ecomuseo, i più piccoli saranno coinvolti in un laboratorio green, animato dalla creatività delle operatrici di Malik, vere artiste del riuso, che coinvolgeranno i bambini nel dare una nuova vita ad oggetti di uso quotidiano. Lo spunto sarà dato dalla proiezione di una selezione di opere realizzate nell’ambito di “Heroes 20.20.20” (progetto della Sardegna Film Commission dedicato a diffondere e consolidare buone pratiche ecosostenibili) che affrontano tematiche legate alla sostenibilità ambientale;
  • dalle 18.30 in poi, presso Piazza Genneria, per il pubblico adulto sarà invece proiettato il docu-film “Kentannos”, realizzato nel 2019 dal regista argentino Vìctor Cruz, che ha girato con la sua troupe in quelle parti del mondo dove, statistiche alla mano, si vive più a lungo. Dopo la proiezione, si parlerà ancora di longevità con l’intervento del professor Gianni Pes, docente di Scienza della nutrizione all’Università di Sassari, da anni impegnato in ricerche sulla longevità umana, e autore dell’opera “Longevità e identità in Sardegna. L’identificazione della «Zona Blu» dei centenari in Ogliastra”.

L’ingresso sarà libero e gratuito.

Cinema band (11)

“Visioni made in Sardegna – Il cinema incontra le piccole comunità” Il 1 ottobre il progetto di Malik ETS sarà a Belvì

Associazione Malik No Comments

L’appuntamento con il progetto “Visioni made in Sardegna – Il cinema incontra le piccole comunità”, ideato da Malik ETS e dalla Fondazione Sardegna Film Commission, è fissato per venerdì 1 ottobre a Belvì presso il Centro di Aggregazione Sociale.

Il progetto, che porterà il cinema made in Sardegna nelle comunità in cui il cinema non è presente, è Finanziato dalla Regione Autonoma della Sardegna – L.R. 20 settembre 2006, n. 15 “Norme per lo sviluppo del Cinema in Sardegna”- Annualità 2020” e cofinanziato dalle comunità aderenti all’iniziativa.

L’evento, che permetterà alla comunità di conoscere il cinema made in Sardegna, è diviso in due distinti momenti.

A partire dalle ore 16 sarà proiettata per i bambini delle scuole primaria e secondaria di primo grado una serie di opere accuratamente selezionate tra quelle prodotte nell’ambito del progetto “Heroes 20.20.20  (progetto della Sardegna Film Commission dedicato a diffondere e consolidare buone pratiche ecosostenibili) a cui seguirà un laboratorio “green” animato dalla creatività e dalle competenze delle operatrici culturali dell’associazione Malik, vere e proprie artiste dell’economia circolare che utilizzando scarti li riciclano creativamente, che  proporranno la creazione di oggetti di uso quotidiano attraverso tecniche e materiali di riciclo.

Dalle 18.30 in poi, per un pubblico adulto sarà proiettato il docu-film “Kentannos” del regista argentino Victor Cruz , un viaggio alla scoperta dei luoghi della longevità, e del segreto per vivere a lungo e in salute.

L’ingresso sarà libero e gratuito.

 

SPORTELLO IN SPALLA (4) (1)_page-0001

“Sportello in Spalla” può nuovamente incontrare gli utenti in presenza!

Associazione Malik No Comments

Siamo felici di comunicare che il progetto “Sportello in Spalla“, ripartito ai primi di agosto, può nuovamente incontrare gli utenti in presenza.
Questo annuncio è rivolto ai giovani dei Comuni del BIM Taloro (Austis, Desulo, Fonni, Gavoi, Lodine, Mamoiada, Ollolai, Olzai, Orgosolo, Ovodda, Teti, Tiana, Tonara), che da oggi, lunedì 27 settembre, potranno recarsi presso lo sportello nella sede del BIM Taloro a Gavoi, in via Roma 89.
Questo servizio è stato attivato per soddisfare ogni richiesta di informazioni sulle opportunità europee.
Ad accogliere i giovani del territorio ci saranno le volontarie europee dell’ Associazione Malik E.T.S. che li aiuteranno a trovare le opportunità a loro più consone, (di lavoro, formazione o volontariato), e li supporteranno nella redazione del curriculum vitae e della lettera motivazionale in lingua inglese.
Di seguito gli orari di apertura al pubblico:
Ogni lunedì dalle 16:00 alle 18:00; ogni mercoledì e giovedì dalle 10:00 alle 12:00.

Qualsiasi giovane interessato sarà il benvenuto!

WhatsApp Image 2021-09-26 at 7.08.11 PM

(A)Social Networks giunto al termine!

Associazione Malik No Comments

Un altro progetto indirizzato alla popolazione dell’entroterra sarda è giunto al termine. Però, in questo caso, Malik E.T.S., ha avuto un ruolo puramente amministrativo, burocratico e di monitoraggio, perché sono stati i ragazzi stessi i principali protagonisti.
Stiamo parlando del progetto “(A) Social Networks”, concepito per attenuare gli effetti dell’emergenza da Covid-19. “(A) Social Networks” si è svolto nell’ambito dell’azione “Progetti di Solidarietà” del Programma Corpo Europeo di Solidarietà.

Il progetto ha preso vita grazie al laboratorio online “Io progetto a casa”, organizzato da Sportello in Spalla (finanziato dal Consozio BIM Taloro) e promosso da Malik E.T.S., tra aprile e maggio 2020. Sono stati due gli obiettivi principali: favorire il ricambio generazionale e la cittadinanza attiva dei giovani all’interno delle associazioni di volontariato, sportive e culturali dei comuni di Gavoi, Lodine, Mamoiada, Orgosolo e Ovodda (Sardegna centrale); motivare i giovani a utilizzare meno e meglio i Social Networks.

Di fatto, il progetto è iniziato il 1 ottobre del 2020. Per via delle restrizioni Covid, la maggior parte delle attività si sono svolte online. Nonostante le condizioni di distanza fisica imposta, durante tutto questo periodo si sono create delle amicizie tra i referenti del gruppo, e si sono acquisite delle competenze, che sicuramente serviranno ai ragazzi per il loro futuro.
Ecco perché, all’interno dell’ultima tappa del progetto, ovvero “Fiera del Volotariato” , i giovani di Gavoi, Ovodda, Lodine e Mamoiada hanno ricevuto lo Youthpass, l’unico certificato al livello europeo che riconosce l’educazione non-formale e le competenze trasversali acquisite.

Tanti complimenti ai ragazzi che si sono impegnati e che hanno lavorato insieme per portare al termine l’impegno preso. Si tratta di Anna Giada Sanna, Anja Pira, Elisabetta Crisponi, Enrico Gungui, e Antonio Sedda, residenti nelle comunità di Gavoi, Lodine, Mamoiada, e Ovodda.
Ringraziamo anche i ragazzi che purtroppo ci hanno dovuto lasciare durante il percorso del progetto, per alcuni motivi personali, ma di cui contributi rimarranno apprezzati e riconosciuti.
Ringraziamo le amministrazioni comunali che ci hanno onorato con la presenza nella giornata conclusiva del progetto, le associazioni locali che si sono rese disponibili e i giovani/bambini che hanno incoraggiato lo svolgimento delle attività.
Infine ringraziamo l’Unione Europea, che attraverso il programma Corpo Europeo di Solidarietà dà la possibilità ai giovani di crescere attraverso delle esperienze di volontariato e non solo, coltivando dentro di loro il senso di Solidarietà.
Il messaggio dei ragazzi di “(A) Social Networks” è di non smettere mai ad impegnarsi e crescere, interessarsi e buttarsi in cose nuove e sconosciute, perché è così si sviluppano nuove idee, consapevolezze e abilità, indispensabili per il mondo del lavoro, che oggigiorno cerca dei giovani svegli, flessibili e aperti al cambiamento.

Cinema band (10)

“Visioni made in Sardegna – Il cinema incontra le piccole comunità” secondo appuntamento a Sant’Andrea Frius

Associazione Malik No Comments

Dopo il grande successo della prima tappa a Oniferi, prosegue il il progetto itineranteVisioni made in Sardegna – Il cinema incontra le piccole comunità” , Finanziato dalla Regione Autonoma della Sardegna – L.R. 20 settembre 2006, n. 15 “Norme per lo sviluppo del Cinema in Sardegna”- Annualità 2020”.

Il progetto, ideato da Malik ETS e dalla Fondazione Sardegna Film Commission, animerà la comunità di Sant Andrea Frius  giovedì 30 settembre, a partire dalle ore 16 e fino a tarda serata.

Stessa location, il Centro di aggregazione sociale, per due momenti distinti di incontro con il cinema made in Sardegna:

  • a partire dalle ore 16 i giovani della scuola secondaria di primo grado assisteranno alla proiezione di una selezione di opere realizzate nell’ambito di “Heroes 20.20.20” (progetto della Sardegna Film Commission dedicato a diffondere e consolidare buone pratiche ecosostenibili) a cui seguirà un laboratorio “green” animato dalla creatività e dalle competenze delle operatrici culturali dell’associazione Malik, le quali aiuteranno i giovani partecipanti a riciclare creativamente quelli che sono considerati scarti, dando quindi nuova vita a degli oggetti di uso quotidiano;
  • dalle 18 in poi per il pubblico adulto sarà invece proiettato il documentario “Transumanze” del regista Andrea Mura, presente in sala per dialogare con il pubblico e rispondere alle curiosità dell’uditorio. L’opera affronta una tematica molto sentita per la Sardegna: la grande migrazione dei pastori sardi in Toscana degli anni ‘60.

 

Il progetto “Visioni made in Sardegna – Il cinema incontra le piccole comunità” prevede un totale di  14 comunità da incontrare nei comuni di Oniferi, Sant’ Andrea Frius, Belvì, Seulo, Nuoro, Nuragus, Genoni, Ortueri, Escolca, Ollolai, Teti, Serri, Dualchi e Bitti, con l’ambizioso obiettivo di realizzare una rete di collaborazioni sul territorio sardo per divulgare, in particolar modo tra le nuove generazioni e nelle aree in cui non è presente stabilmente una struttura cinematografica, il Cinema made in Sardegna e le sue tematiche.

 

Cinema band (9)

Inizia da Oniferi il progetto di Malik ETS “Visioni made in Sardegna – Il cinema incontra le piccole comunità”

Associazione Malik No Comments

Il 24 settembre alle 16.00 avrà ufficialmente inizio il progetto itinerante “Visioni made in Sardegna – Il cinema incontra le piccole comunità”, ideato da Malik ETS e dalla Fondazione Sardegna Film Commission.

Il progetto, che porterà il cinema made in Sardegna nelle comunità in cui il cinema non è presente, è Finanziato dalla Regione Autonoma della Sardegna – L.R. 20 settembre 2006, n. 15 “Norme per lo sviluppo del Cinema in Sardegna”- Annualità 2020” e cofinanziato dal Comune di Oniferi.

La prima comunità interessata dal progetto sarà infatti quella di Oniferi, che godendo di questi ultimi scampoli d’estate potrà godersi all’aperto le opere proposte per grandi e piccini.

A partire dalle ore 16, presso la Biblioteca Comunale, sarà proiettata per i più piccoli una serie di opere accuratamente selezionate tra quelle prodotte nell’ambito del progetto “Heroes 20.20.20 (progetto della Sardegna Film Commission dedicato a diffondere e consolidare buone pratiche ecosostenibili) a cui seguirà un laboratorio “green” animato dalla creatività e dalle competenze delle operatrici culturali dell’associazione Malik, vere e proprie artiste dell’economia circolare che utilizzando scarti li riciclano creativamente, che proporranno la creazione di oggetti di uso quotidiano attraverso tecniche e materiali di riciclo.

Dalle 18.30 in poi, presso il Cortile San Gavino sarà invece proiettata l’opera “Transumanze” del regista Andrea Mura, dopo la prima proiezione a livello regionale avvenuta a Cagliari il 15 settembre.

Si tratta di un racconto corale sulla grande migrazione dei pastori sardi in Toscana a partire dagli anni ’60. Una storia di lavoro, conflitti sociali, emancipazione nel passaggio dalla mezzadria all’industrializzazione. Dopo la proiezione, il regista sarà a disposizione per dialogare con il pubblico presente.

L’ingresso sarà libero e gratuito.

La nostra mission è tradurre e integrare l’identità locale in una visione globale

Operiamo in ambito socio-culturale con un occhio di riguardo alle opportunità per i giovani in Europa